-->

Ti piace? Condividilo!

lunedì 17 febbraio 2014

Belle e Sebastien: Nostalgia CANaglia

Prima della cura
Buono. Ma che dico buono, due volte buono! Signora, cambierebbe i suoi due cagnolini stupidi e fastidiosi con un candido bestione sesso femmina intelligentissimo, buonissimo e affettuosissimo? Suvvia, signora, lanci quei due carlini nel vuoto di un canalone delle Alpi e si prenda Belle, che pesa due tonnellate e mangia un bue al giorno (ah, no, scusate, lei no, mica è carnivora: però ruba le salsicce ai cattivi, ci mancherebbe). Ah, con lei viene anche quel piccolo orfano autistico di Sebastien. Tanto il nonno, che è scorbutico ma buonissimo, lo lascia andare da solo per chilometri sotto ogni pericolo montano. E pure la sua amica panettiera, che dopo un'impresa da scalatori del K2 gli fa fare il percorso inverso all by himself. Ma tanto c'è Belle. Oh, e il dottore buonissimo che aiuta le famiglie ebree che fuggono dai crucchi, e le fa scappare attraverso i monti verso la civilissima Switzerland (che c'hanno pure il cioccolato buonissimo, anche se meno del Novi?)... quasi prendeva il podio ma viene scalzato dal nazista infoiato che sbava per la bella panettiera francese e che, divenuto buonissimo alla luce di chissà quale epifania (dato che lei mando gliela fa annusare), viaggia per chilometri alla velocità della luce per avvertirla che i suoi uomini stanno per sgamarla mentre lei gioca a fare la partigiana.
Dopo la cura
Ok, è un film tratto da un cartoon di 30 anni fa ed è per famiglie, ma è un'opera così raffazzonata nella logica degli eventi che insomma... io ricordo degli episodi del cartone animato più ricchi di pathos di questo pastrocchio. Comunque, in Italì, dove il buonismo è sempre buon veicolo di buoni incassi, il filmetto di Nicolas Vanier (peraltro tecnicamente girato bene e dai paesaggi mozzafiato) ha preso per due volte la vetta del botteghino e ha incassato, per adesso, sei milioni di euro.
[Sì, sì, lo so e lo ripeto che è per bambini: ma non è che ai bambini vada sempre propinata della stucchevole melassa! Persino i cartoni - giapponesi, eh - c'avevano spesso delle ambiguità formative]

Nessun commento:

Posta un commento

Google
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...